Carrello

In questo articolo vedremo come stampare degli scacchi a spirale e come usare lo slicer  CURA.

CURA

Cos’è:

  • È un software di slicering, un programma che converte un modello tridimensionale (.stl) in una sequenza di comandi per la stampante 3D, detto G-CODE (.gcode). Per fare ciò, il modello viene “affettato“, attraversato da piani paralleli al piano XY.

Dove si trova:

  • Si può scaricare gratuitamente qui.

Creatori:

  • Ultimaker e la community.

Licenza:

  • Open Source.

 

Come prima cosa scarichiamo i files dei modelli degli scacchi da Thingiverse.

L’autore, oltre ad averli realizzati, li ha anche stampati… speriamo di essere anche noi così bravi!

 

Nella descrizione l’autore stesso specifica che non sono necessari i supporti e consiglia di stamparli con un layer di spessore 0.2 mm.

Apriamo la cartella che contiene i vari modelli:

 

Apriamo il modello della torre con CURA: cliccando sul nostro oggetto lo selezioniamo e, usando i comandi in alto a sinistra, possiamo spostarlo, scalarlo, ruotarlo e rifletterlo.

 

L’ultimo di questi tools è differente: ci permette, infatti, di dare delle specifiche istruzioni per la stampa, come ad esempio la possibilità di variare l’altezza degli strati degli oggetti da stampare.

Il comando con l’icona ad occhio, invece, permette di avere diverse visuali del nostro oggetto:

  • Solid: vediamo il modello virtuale.
  • X-Ray: vediamo attraverso la struttura del modello (utile per vedere le parti interne).
  • Layers: vediamo come verrà il nostro oggetto stampato (con le classiche righe dalla stampa 3D), inoltre possiamo vedere i movimenti della stampante (Travels), i possibili supporti che creeremo (Helpers), la parte esterna del nostro oggetto (Shell) e il riempimento (Infill).

 

Prima di impostare la stampa, duplichiamo il nostro oggetto: click con il tasto destro sulla torre, selezione “Multiply selected model” (oppure Ctrl+M).

Procediamo con l’importazione di tutti gli altri elementi degli scacchi: File -> Open files (o Ctrl+O), ricordandoci di duplicare i pezzi necessari.

 

Impostiamo le “Print Setup” spostando il cursore sull’opzione “Custom“.

Se vogliamo avere accesso ad alcune opzioni aggiuntive, basta cliccare sul simbolo ad ingranaggio che appare a destra quando posizioniamo il cursore sulla riga di selezione “Quality” o di ogni altra categoria di impostazioni.

 

Si aprirà, così, una finestra che ci permette di scegliere quali impostazioni rendere visibili.

 

Come potete notare, i parametri da tenere in considerazione sono numerosi. Nei prossimi articoli ci soffermeremo su ciascuna voce e capiremo come impostarle.

Simone Gasparri


0 commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.