idee in libertà

Le regole dei post di Dinamico

In questo post daremo alcune indicazioni per chiunque voglia scrivere nella sezione “Idee in Libertà” di Dinamico.

“Idee in Libertà” è uno spazio in cui proponiamo e TUTTI possono proporre articoli di qual si voglia argomento. Dopo averlo scritto basterà inviarlo alla nostra mail info@dinamico.org e non dimenticate di firmarlo!

Esempi di argomenti? Scienza, letteratura, opinioni… qualsiasi tema d’interesse, su cui abbiate voglia di scrivere! L’unico requisito? Rispettare le regole esposte qui sotto.

 

 

0. Premessa indispensabile per scrivere qualunque articolo è la conoscenza dell’argomento proposto;

  1. Esporre le fonti, soprattutto in caso di affermazioni particolari e non comunemente accettate;
  2. Esprimere chiaramente quali concetti derivano da una propria idea o opinione personale;
  3.  La chiarezza, il rigore logico e la semplicità sono le qualità più apprezzate dai lettori. Sarà utile valutare quale possa essere il termine o l’espressione più efficace per valorizzare un passaggio-chiave.

Vi lasciamo anche alcuni suggerimenti che possono aiutarvi nella stesura del vostro articolo:

  • Argomentare le proprie tesi secondo tre tipi di ragionamento:
  1. deduttivo – parte da principi di carattere generale o da premesse condivisibili e, attraverso una serie di deduzioni, arriva a conclusioni solide, suffragate da riscontri concreti, quindi difficili da confutare;
  2. induttivo – muove dall’esame di casi particolari per ricavarne leggi valide e universalmente condivisibili. A questo scopo sarà bene offrire a chi legge numerosi esempi, qualitativamente validi;
  3. analogico – è fondato sul confronto tra due situazioni, la prima conosciuta e la seconda ignota, che si ipotizza sia simile a quella nota.
  •  La chiarezza, il rigore logico e la semplicità sono le qualità più apprezzate dai lettori. Sarà utile valutare quale possa essere il termine o l’espressione più efficace per valorizzare un passaggio-chiave.
  • Il registro linguistico deve errsere semplice ma non banale, né ripetitivo, né volgare. La struttura sintattica dovrà essere semplice anch’essa, con periodi brevi che escludano l’eccesso di proposizioni subordinate, continue parentesi e rimandi. Il lettore va catturato, non tormentato. Non bisogna dimostrargli continuamente di essere bravi, occorre invece tener presenti in ogni momento le sue aspettative.
  • Il titolo deve essere coerente e può essere sia breve (per cercare di catturare l’attenzione), sia più esteso e descrittivo (se si desidera rivolgersi a persone del settore).

Speriamo che queste semplici indicazioni possano esservi utili!

Siamo curiosi di leggere tutti i vostri articoli! Non abbiate timore, siate DINAMICI!

Simone Gasparri e Veronica Frisicaro




Share this post

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su print
Condividi su email
Condividi su telegram
Condividi su whatsapp